Nel nostro giardino. Marzo 2017.

yo no naka wa

jikoku no ue no

hanami kana

 

In questo mondo

– sopra all’inferno –

contempliamo i fiori.

 

Kobayashi Issa

(1763-1828)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

 

La luna di marzo. Fra i boccioli del pesco del giardino. 12 marzo 2017.

Haru no yo no

yami wa ayanashi

ume no hana

ito koso miene

ka ya wa kakururu.

 

Folli sono le tenebre

nella  notte di primavera.

Celano, è vero,

il colore del fiore di susino,

ma il profumo, come fanno a velarlo?

 

Ōshikōshi no Mitsune

 (X sec.)

 

Dal Kokin waka shū (Raccolta di poesie giapponesi antiche e moderne), Milano, Ariele, 2000. Traduzione di Sagiyama Ikuko.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Uno hinadana con il suo corteo di bambole a Miyajima. Una primavera. Nostra. (Marzo 2013).

Wata torite

nebimasarikeri

hina no kao.

 

Tolto il cotone,

troviamo invecchiati

i volti del bambole.

 

Takarai Kikaku

(1661-1707)

 

Il 3 marzo, in Giappone, è la festa delle bambine e delle bambole. Si tolgono dalle scatole in cui sono custodite durante l’anno le bambole degli antichi corredi e si dispongono su un apposito scaffale a gradini, lo hinadana, per metterne in mostra la preziosa bellezza. E’ a questo costume che fa riferimento, con tutta evidenza, lo haiku irriverente di Takarai Kikaku, poeta di epoca Edo.

Della festa ho già parlato lungamente in questi post precedenti:

http://www.rossellamarangoni.it/mukashi-mukashi-hina-matsuri.html

http://www.rossellamarangoni.it/hinamatsuri-una-storia-antica-di-bambole-e-di-bambine.html

http://www.rossellamarangoni.it/yume-no-ato-i-resti-di-un-sogno-frammenti-di-viaggi-in-giappone-1-hina-matsuri-a-miyajima.html

 

Lasciamo ora parlare la poesia!

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin
I prati di Nara a primavera. Aprile 2013.

I prati di Nara a primavera. Aprile 2013.

Itsumade ka

nobe ni kokoro no

akugaremu

hana shi chirazu wa

chiyo mo henubeshi.

Fino a quando

il mio cuore vagherà

attratto dai campi?

Se non cadessero i fiori,

vi errerebbe per mille generazioni.

 

Sosei

(?-909 circa)

 

Dal Kokinwakashū, II, 96. Traduzione di Sagiyama Ikuko.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin
Fra le radici si rifugiano i fiori. Kyoto, primavera 2013.

Fra le radici si rifugiano i fiori. Hiroshima, primavera 2013.

 

I fiori di ciliegio son forse da ammirare soltanto nel massimo rigoglio e la luna nel suo pieno splendore? Vagheggiare la luna brumosa attraverso la pioggia o ignorare al chiuso di una buia stanza quanto avanzata sia la primavera: com’è più intenso allora l’incanto! Ancora, le punte dei rami dei ciliegi quando stanno per schiudersi i fiori, o un giardino tappezzato di petali caduti…: quante altre sono le scene mirabili!

Nelle prefazioni in prosa delle poesie troviamo scritto: “Eravamo andati per vedere i fiori, ma purtroppo erano già caduti…”, oppure “Per un impedimento non sono potuto andare…”: sono forse questi spunti meno suggestivi di quando viene detto: “Ammirando i fiori di ciliegio…”?

La commossa nostalgia che proviamo al cadere dei fiori o al declinar della luna è un modo abituale di sentire, eppure il bifolco più rozzo arriverà a dire: “Da questi rami e da quelli laggiù i fiori son già tutti caduti. Oramai non c’è più nulla da vedere”. Così è per tutto: è proprio l’inizio e la fine delle cose ad avere sapore. Anche l’amore tra un uomo e una donna, dovremmo forse dire che consista soltanto nei momenti in cui si incontrano?

Quando si ha in cuore lo strazio per non aver più incontrato l’amata, o ci si tortura per una promessa vana, o in attesa dell’alba si trascorrono lunghe notti solitarie struggendosi al pensiero di colei che è lontana, o quando nella casa invasa di sterpi si rimpiange il tempo passato: ecco, amare significa proprio saper assaporare quei momenti.

Kenkō Hōshi

(1283?-1352?)

 

Da: Tsurezuregusa (Ore d’ozio), a cura di Adriana Boscaro (traduzione di Luisa Randazzo curata da Inagaki Kyoko e Asai Tomoko), Venezia, Marsilio, 2014, pp. 120-121.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin