Miyajima sotto la pioggia d’autunno. Viaggio del 2015.

 

Ottobre: il freddo inverno è vicino.

Mi alzo presto e scendo dalla collina.

Erbe e piante sono già appassite;

il mormorio del ruscello è cessato.

Guardo i monti a settentrione,

con pini e querce sempre verdi.

Al tempo in cui cadono le foglie,

solo essi resistono al freddo.

Ma cosa sono io davanti a loro

pur cantando la loro bellezza?

 

Daigū Ryōkan

(1758-1831)

 

Traduzione di Luigi Soletta.

Da Poesie di Ryōkan, monaco dello Zen, a cura di Luigi Soletta, Milano, La Vita Felice, 1994

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *