GARDEN CLUB

VIA MONCUCCO 26/2, MILANO

SABATO 19 MAGGIO 2018 – H. 17.00,

Vi aspettiamo con grande piacere!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Nella calda notte estiva, in una città del nord del Giappone, risuonano i sonagli e i tamburi della parata del matsuri. Osservo dal mezzo della folla assiepata ai lati della strada i gruppi di danzatori in kimono susseguirsi al ritmo della musica della festa tradizionale. D’improvviso, ecco comparire buffi personaggi mascherati che si muovono a passo di danza ma con movimenti volutamente scomposti, esagerati o furtivi: quelli di una pantomima. Donne e uomini dai giacchini colorati (i tradizionali happi) indossano contemporaneamente – una sul viso, l’altra sulla nuca – le maschere di Okame e Hyottoko, i personaggi del folclore, immacabili e amatissimi.

A loro e ad altri personaggi del folclore onnipresenti nelle feste, nei racconti popolari, nell’artigianato e nelle opere d’arte, sarà dedicata la relazione del XII Milano Netsuke Meeting alla Galleria La Galliavola di Milano, specializzata in arte asiatica e, in particolar modo, nel mondo dei netsuke.

➽ È gradita la prenotazione.

Vi aspettiamo!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

IL FASCINO MILLENARIO DELL’ORIENTE
SARÀ IL FIL ROUGE  DELLA IX EDIZIONE

DI MILANO ASIAN ART 

 

Per un mese – dal 16 maggio al 16 giugno 2018 – coinvolgerà cinque delle maggiori gallerie antiquarie milanesi che da anni si dedicano alla conoscenza e alla promozione del collezionismo dell’Asia orientale.

 

Un filo rosso, che unisce la passione e la competenza di antiquari di chiara fama come Mirco Cattai, Renzo Freschi, Carla e Roberto Gaggianesi de “La Galliavola”, Giuseppe Piva e David Sorgato, che organizzeranno nell’arco di quattro settimane mostre tematiche o dedicate a particolari stili e periodi che metteranno in evidenza, con oggetti di grande bellezza e straordinario valore storico – artistico, le infinite espressioni della creatività asiatica. Partner di Milano Asian Art 2018 il Museo Poldi Pezzoli con una mostra a Palazzolo sull’Oglio sulla prestigiosa raccolta di netsuke di Giacinto Ubaldo Lanfranchi, e una conferenza di Giuseppe Piva sulle lacche giapponesi il 23 maggio alle 18 al Museo delle Culture (Mudec), a sottolineare l’autorevolezza di questo evento nel calendario culturale della città.

🌸 Scarica qui la brochure:http://www.asianart.milano.it/assets/asianart_web.pdf

 

Nell’ambito della manifestazione, presso la Galleria La Galliavola, in corso di Porta Vittoria 17,

venerdì 25 maggio, dalle ore 16,

per il XII Milano Netsuke Meeting:

Arcaici sorrisi. Personaggi del folclore giapponese.

conferenza di Rossella Marangoni

Posti limitati. Si consiglia la prenotazione.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 02 76007706, oppure: info@lagalliavola.com

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Vi aspettiamo allora

SABATO 19 MAGGIO 2018 – H. 17.00,

IN VIA MONCUCCO 26/2, MILANO

 

SHINTOISMO 

Edizioni Bibliografica, 2018.

 

L’insieme composito di riti, culti e concezioni del sacro di varia provenienza che si svilupparono nel Giappone arcaico e che vennero successivamente compresi nella definizione convenzionale, seppur problematica, di shintō  (lett.“la via dei kami”), è stato considerato a lungo come la religione autoctona giapponese, ancestrale e immutabile, caratterizzata da una supposta “unicità”. Pur essendo ancora a volte presentato in tal modo, lo shintō è da circa un quarantennio sottoposto a una revisione interpretativa volta a metterne in luce la natura di fenomeno religioso eterogeneo e complesso, caratterizzato da una dialettica fra continuità e cambiamento, tra riti della regalità e pratiche di devozione popolare continuamente creati e rinnovati nel corso dei secoli. Questa breve introduzione vuole essere un invito a non limitarsi alle interpretazioni tradizionali e precostituite dello shintō bensì a prendere in esame una visione problematica di questa tradizione che ha interessato tutti gli aspetti della sfera emotiva dei Giapponesi, condizionandone le idee sulla natura, sull’esistenza e sulla morte, sulla società, sulla politica, sull’estetica: una tradizione ben viva nella quotidianità del Giappone contemporaneo.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

IL SACRO IN GIAPPONE

Al viaggiatore che si reca per la prima volta in Giappone non può sfuggire un dato evidente e significativo: la pervasività del sacro. Innumerevoli sono infatti i templi, i santuari, gli altari grandi e piccoli, le onnipresenti statue di divinità protettrici dei bimbi e dei viandanti che punteggiano il paesaggio. Agli occhi del viaggiatore attento, la religiosità giapponese è fonte inesauribile di scoperta e meraviglia. In Giappone, infatti, coesistono, in un sincretismo assolutamente peculiare, più religioni che non sono mutualmente esclusive e l’attenzione all’aspetto spirituale dell’esistenza umana si manifesta in uno scenario ricco e mutevole. Uno scenario che i nostri incontri di maggio vogliono farvi scoprire.

Presso la sede di Spazio Ipazia (Vicolo Cortazza, 10)  tre incontri con

Rossella Marangoni
(nipponista, docente di cultura giapponese)

 

venerdì 11 maggio 2018 alle 21.00 “Giappone: i mille volti del sacro”

venerdì 18 maggio 2018 alle 21.00 “Il dio Fuji. Esperienze ascetiche e culto delle montagne”

venerdì 25 maggio 2018 alle 21.00 “Monache, sciamane, sacerdotesse: il femminile e il sacro”

 

OGNI INCONTRO SARA’ CORREDATO DA DISPENSE

Tre incontri per conoscere ed approfondire alcuni degli aspetti più peculiari della religiosità giapponese intorno ad un tavolino, tra biscotti, torte, tisane e tè.

Ingresso singolo 10 euro: prevendite e iscrizioni all’Altra Libreria (Via Annoni, 34-Abbiategrasso) tel. 0294969983. È gradita la prenotazione.

 

TUTTA COLPA DI IPAZIA
Vicolo Cortazza 10 – 20081 Abbiategrasso
tel. 02 94 96 99 83  www.spazioipazia.it

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin